Febbraio 16, 2016
Date:

Andrea Cavina

Docente di Chitarra Classica

Contatti

Email: a.cavina@racine.ra.it

Titoli di studio

Diploma di Chitarra Classica presso il Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo

Abilitazioni all’insegnamento A031/A032 (Ed. Musicale) – AD00/AD01 (Sostegno) presso l’Università di Bologna
Abilitazione AB77 / 2° Livello (Didattica dello strumento musicale- Chitarra) presso il Conservatorio di “G. Frescobaldi di Ferrara”

Master di 2° livello in Tecnologie per la didattica presso il Politecnico di Milano

Attività Artistica

Chitarrista per Alessandro Ristori, 1997 – 2005: Dirette televisive per la trasmissione “La domenica del villaggio” – Rete4 (Faenza, 2001 – Rimini, Gradara, Cernobbio, Santa Marinella di Roma 2004); Diversi concerti in Italia tra i quali Teatro Centrale (Roma), Teatro della Gioventù (Genova), Teatro Verdi (Cesena), Piazze di Capoliveri e Rio nell’Elba (Isola d’Elba – LI), Club “Le terrazze”, Positano (SA).

Fondatore del Quintetto Fleurs (2010): Auditorium “A. Corelli”, Fusignano (RA); MIC Faenza (RA)

Con il Gruppo di Continuità (2010): Biblioteca Civica di Mestre, Venezia

Composizione ed esecuzione delle musiche per i cortometraggi:

“L’esecutore” (2011) – regia di Marco Cortesi, in concorso per il Premio David di Donatello 2012.

“La metà della metà” (2011) – regia di Francesco Minarini, in concorso al Festival del Cortometraggio 2012 di Cortina d’Ampezzo (BL)

Perfezionamento sulla chitarra classica con i Maestri Piero Bonaguri (1997 e 2003), Marko Feri (2002), Alirio Diaz (2002), Eros Roselli (2012).

https://www.youtube.com/watch?v=b1Rb2cbD-Wk

Attività Didattica

Insegnante di Chitarra, Sostegno ed Educazione Musicale
Docente di ruolo nella scuola Secondaria di Primo Grado (MIUR) dal 2006

Insegnante di Chitarra Classica e Moderna dal 2001 ad oggi

  • Scuola di Musica Comunale di Bagnacavallo, RA (2001-2003)
  • Scuola di Musica Comunale di Modigliana, FO (2003 – 2004)
  • Corso di Chitarra di Reda, Faenza (2006 – ad oggi)
  • Associazione StArt, Faenza (2011 – 2015)
  • Scuola di Musica “G. Sarti” di Faenza (2015 – ad oggi)

Pagine web di riferimento
https://andreacavina.wordpress.com
http://andreacavina.podomatic.com

Il corso

Alle tradizionali metodologie di insegnamento/apprendimento vengono affiancati metodi che vanno dalla libera composizione all’uso delle nuove tecnologie (ICT) per la didattica.
Esempi: Una pagina web di storia della musica (presentazione); Musica e (scuola) media
D’altra parte l’innovazione nella didattica, sia nei metodi, sia negli strumenti, non è una moda, ma è semplicemente ciò che occorre per creare un dialogo aperto ed efficace con gli allievi e con il contesto in cui ci viviamo.

Metodi di insegnamento/apprendimento applicati alla chitarra classica

Lettura del pentagramma e traduzione del segno in suono.
Libera invenzione e rielaborazione del materiale sonoro.
Lettura e scrittura di notazione non tradizionale (in particolare nei corsi di base).
Personalizzazione dei percorsi si studio.
Musica d’insieme.
Registrazione audio e analisi delle esecuzioni durante la lezione.
Utilizzo di strumenti informatici in rete.

Per gli studi di livello superiore vengono utilizzati metodi e programmi in linea con quelli conservatori (studi e brani di repertorio), unitamente alle metodologie sopra indicate.

Riferimenti: Tesi di specializzazione in didattica

 

  • Musica e nuove tecnologie: la produzione discografica in classe (2006)

 

Progetto didattico sullo studio e la pratica della registrazione e della riproduzione audio all’interno delle ore curricolari di Educazione Musicale, attraverso l’utilizzo di sistemi informatici e della strumentazione di base per la ripresa del suono. Riflessioni sulle potenzialità e sui cambiamenti che la tecnologia porta alla musica e che la musica porta alla tecnologia. Relatori: Prof. F. Ciccarelli; Prof.ssa A. Anceschi
Il progetto è stato eseguito nella S.M.S. “Europa” di Faenza (RA) e successivamente ripreso dalla S.M.S. Salvo d’Acquisto di Massalombarda (RA)

 

  • La composizione per chitarra nella scuola secondaria di primo grado: una via metodologica nella didattica strumentale (2009)

 

Progetto didattico sull’utilizzo della composizione libera dell’allievo, con particolare attenzione ai primi anni di studio, come mezzo di apprendimento attraverso una personale scoperta della chitarra e delle sue caratteristiche musicali e tecniche. Relatori: M° G. Tunioli; M° M. Minà

 

 

“Quattro quadri per Sao Bernardo”, composizione originale di una suite a programma di quattro movimenti con le classi delle scuole medie di Castel Bolognese (RA) – Esecuzione al Teatro Masini (2014) con una formazine mista di allievi della Corso di Chitarra di Reda e della Scuola di Musica “Sarti”. Tutor: Prof.ssa Maria Pia Manodoro

 

 

Metodo di lavoro con l’utilizzo delle ICT. Elaborazione di materiali e utilizzo guidato di vari strumenti in rete. Cooperative learning, blended learning, LMS al fine di creare una serie di presentazioni e un podcasting su alcuni compositori del Romanticismo.

Scuola Media Statale “G. Pascoli” di Castel Bolognese (RA).
Tutor: Prof.ssa Maria Pia Manodoro
Presentazione (video)
Presentazione (slide)

Altri progetti per le scuole medie

I luoghi di… (Il barocco: Bach, Haendel, Vivaldi, Corelli) Link alla mappa interattiva su Bach

Mozart e Salieri: https://www.youtube.com/watch?v=6bkOvc1ALTI